Storia del caffè: circumnavigare il globo

Il nobile albero mandò anche germogli all'isola di Riunione, nell'Oceano Indiano, allora chiamata Isola di Borbone. Lì, una combinazione di mutazione spontanea e selezione umana produsse var. Bourbon, una nuova variante o cultivar di Coffea arabica con un modello di crescita leggermente diverso e fagioli più piccoli. Si dice che i famosi caffè Santos del Brasile e i caffè Oaxaca del Messico fossero discendenti dell'albero di Borbone, che aveva viaggiato dall'Etiopia alla Moka, da Moka a Giava, da Giava a una serra in Olanda, dall'Olanda a Parigi, da Parigi alla Riunione, e infine ritorno, a metà del mondo, in Brasile e Messico. Gli alberi della varietà bourbon continuano a produrre alcuni dei migliori caffè dell'America Latina.

Per l'ironia conclusiva, dobbiamo aspettare fino al 1893, quando i semi di caffè dal Brasile furono introdotti in Kenya e quella che oggi è la Tanzania, a poche centinaia di miglia a sud della sua casa originale in Etiopia, completando così una circumnavigazione del mondo di sei secoli .

Deutsch Bulgarian Greek Danish Italian Catalan Korean Latvian Lithuanian Spanish Dutch Norwegian Polish Portuguese Romanian Ukrainian Serbian Slovak Slovenian Turkish French Hindi Croatian Czech Swedish Japanese