Storia del caffè: fuori dall'Arabia

In Arabia, il caffè è stato menzionato dapprima come medicina, poi come bevanda presa in relazione alla meditazione e agli esercizi religiosi dei sufi. Da lì si trasferì nelle strade e praticamente creò una nuova istituzione, la caffetteria. Una volta che i visitatori dal resto del mondo lo assaggiarono nelle caffetterie del Cairo e della Mecca, la diffusione della Coffea arabica, secondo gli standard del XVI secolo, fu elettricamente rapida.



mavis bank jamaica

La straordinaria odissea della pianta arabica era possibile solo grazie alla sua testardaggine autosufficienza botanica. Si impollina da solo, il che significa che è molto meno probabile che si verifichino mutazioni rispetto alle piante che hanno un polline leggero e richiedono una fertilizzazione incrociata. La maggior parte delle differenze di sapore tra i semi di arabica è probabilmente causata non tanto dalle differenze nelle piante stesse, ma dalle sottili variazioni create dal suolo, dall'umidità e dal clima. La pianta stessa è rimasta straordinariamente fedele a se stessa attraverso cinque secoli di piantagioni in tutto il mondo.



chicco di caffè moka

La leggenda propone che gli arabi, a protezione della loro scoperta, si rifiutassero di lasciare che i semi fertili lasciassero il loro paese, insistendo sul fatto che tutti i fagioli venivano prima bruciati o bolliti. Questa cura gelosa era destinata a fallire, tuttavia, ed era inevitabile che qualcuno, in questo caso un pellegrino musulmano dall'India di nome Baba Budan, potesse sgattaiolare alcuni semi dall'Arabia. La tradizione dice che qualche volta intorno a d.C. Nel 1650 legò sette semi al suo ventre e appena raggiunse il suo eremo di casa, una grotta sulle colline vicino a Chickmaglur, nel sud dell'India, li piantò e fiorirono. Nel 1928, William Ukers riferì nel suo lavoro enciclopedico All About Coffee che i discendenti di questi primi semi 'crescono ancora sotto giganteschi alberi della giungla vicino a Chickmaglur'. Sfortunatamente, non crescere più lì, anche se il sito è diventato una destinazione per i pellegrini del caffè del 20 ° secolo.



Deutsch Bulgarian Greek Danish Italian Catalan Korean Latvian Lithuanian Spanish Dutch Norwegian Polish Portuguese Romanian Ukrainian Serbian Slovak Slovenian Turkish French Hindi Croatian Czech Swedish Japanese